Israele: prima proiezione, Netanyahu avanti di un seggio

In Israele urne chiuse ed è già battaglia secondo i primi exit poll tra Netanyahu e Gantz.
I sondaggi sono infatti contrastanti : Canale 13 vede un testa a testa tra il Likud di Netanyahu e Blu-Bianco dello sfidante Benny Gantz.
L’altra tv commerciale Canale 12 assegna un vantaggio a Gantz di 4 seggi (37 a 33), mentre la tv pubblica dà un vantaggio a ‘Blu-Bianco’ di un solo seggio (37-36).
Lo riferisce la tv commerciale Canale 13.
Nei tre exit poll pubblicati alla chiusura dei seggi dalle tv, comunque Benny Gantz prende 36-37-37 seggi contro i 36-33-36 di Netanyahu.
In compenso come coalizione quella di destra guidata da Netanyahu avrebbe in questi exit poll 64-60-64 seggi contro 56-60-56 della coalizione di Gantz.
Le due liste di destra, quelle di Bennett e Feiglin, al momento attuale non avrebbero superato la soglia elettorale.
L’altro dato è l’incertezza che regna per i piccoli partiti che erano in predicato di portare ossigeno alle rispettive coalizioni: molti sono a rischio soglia di sbarramento per entrare alla Knesset, il 3,25%.
Ora si tratta di passare ai voti reali, con uno spoglio al cardiopalma che durerà tutta la notte.
Anche oggi come nei precedenti giorni, in vista della battaglia all’ultimo voto, è stata forte la pressione – da tutte le parti – per spingere gli elettori alle urne per un’elezione considerata come la più importante degli ultimi anni ma anche la più difficile da prevedere.
Non a caso Benny Gantz ha martellato per giorni il pubblico chiamando alla svolta nei confronti dell’attuale governo.
Entrambi i contendenti cano vittoria.
“Il blocco di destra guidato dal Likud ha ottenuto una chiara vittoria”.
Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu.
“Ringrazio i cittadini di Israele – ha aggiunto – per la loro fiducia.
Inizierò a formare un governo di destra con i nostri partner naturali stasera”.
Ma anche il leader del partito Blu-Bianco Benny Gantz ha dichiarato vittoria: “Abbiamo vinto.
Il popolo di Israele si è pronunciato.
In queste elezioni c’è un chiaro vincitore e un chiaro perdente” Lo riferisce Haaretz.
Alle ore 20 locali, l’affluenza di voto è stata del 61,3 per cento degli aventi diritto.
Lo riferiscono i media.
Nelle politiche del 2015 a quell’ora la percentuale dei votanti era stata del 62,4.
Oggi in Israele gli aventi diritto di voto sono 6,3 milioni di israeliani, il 16 per cento dei quali arabi.
Si è vitato anche nell’esercito, nelle carceri e negli ospedali.
Le urne sono state chiuse alle 22 locali.
I risultati [...]