Ivano Fossati continua a comporre per altri dopo l’addio ai dischi e concerti

Il cantautore, musicista e adesso anche scrittore, ha compiuto recentemente 62 anni e conduce una vita privata a tempo pieno, lontano dai clamori del mondo musicale che sottrae e assorbe molto.
E nel tempo libero, ha impiegato ben otto mesi per scrivere un romanzo dal titolo Tretrecinque (Einaudi Stile libero), come il modello di una chitarra Gibson, che narra la storia di un uomo giovane negli anni Cinquanta che gira il mondo suonando, trascurando la sua vita privata.
Nega ogni riferimento personale: quell'uomo non sono io.
Non c'è un solo grammo di me in quel personaggio.
Ogni volta che scrivendo mi accorgevo che usciva un particolare anche minimo che potesse richiamare la mia vita lo cancellavo.
È pura fantasia.
Continua a comporre per altri, la sua ultima collaborazione è con Tosca.
Dopo averle regalato anni fa Sono tre mesi che non piove, inserita in Incontri e passaggi,  e ripresa da lui stesso ne La disciplina della terra, adesso tocca alla bellissima canzone Il Suono della Voce che  dà anche il titolo all’album e scrive anche il testo di L’annunciazione sulla musica del chitarrista e compositore cult brasiliano Guinga .
Ho abbandonato dischi e concerti, non la musica.
Continuo a comporla per altri.
Ho tenuto la parte del mio lavoro che mi è sempre piaciuta di più.
Due-tre canzoni all’anno.
Ho più richieste di prima.
Rifiuto le proposte di chi vorrebbe che riproponessi i bolsi stilemi cantautorati.
Accetto invece le richieste “poppissime”.
Noemi e Mengoni, gli artisti migliori usciti dai talent.
Pausini.
Giorgia.
E altri che farebbero inorridire i puristi: per loro la bottega è sempre aperta.
Scrivo anzitutto per chi è lontano da me.
Nonostante siano ormai trascorsi oltre quaranta anni dal suo esordio discografico e la dichiarazione fatta, riesce comunque, in piena autonomia e libertà, a realizzare brani inediti e originali secondo il suo inconfondibile stile.
E’ ancora in grado di scrivere, indipendentemente dai destinatari, composizioni ispirate, proprio per la sua capacità di mantenere intatta la curiosità e la voglia di ricerca, come ha lui stesso affermato… Parlo di cose che ci toccano.
Provo ad affrontare argomenti vetusti con sguardo nuovo e mano leggera, riflettendo sul mio tempo.
Non solo transitandoci dentro....
Dal 1971, anno del suo primo disco come leader del gruppo dei Delirium, con i quali ottiene un grande successo di vendite a Sanremo nel 1972 grazie a Jesahel, Fossati ha registrato, fino ad oggi 25 album, ma la sua attività ha spaziato ben oltre La sua natura fortemente [...]

Leggi tutto l'articolo