J'accuse, thriller politico di Polanski

 30/08/2019 Stefano Stefanutto RosaVENEZIA. Roman Polanski, 86 anni, non c’è al Lido a parlare del suo J’accuse, nel Concorso ufficiale, un potente ed elegante thriller politico, più che un dramma storico, sul famoso caso Dreyfus, che dal 1894 fino al 1906 divise la Francia, tra colpevolisti, tanti, e innocentisti, pochi, in un clima fortemente antidemocratico e antisemita, irrazionale, ‘di pancia’.
Evidenti nel film sono i rimandi all’oggi, al rinascente razzismo, così come alla storia personale del regista, più volte vittima di persecuzioni.L'affare Dreyfus ha come protagonista il soldato ebreo francese Alfred Dreyfus, ingiustamente accusato di essere una spia dei tedeschi e quindi processato per alto tradimento.
Dreyfus sostiene la sua innocenza combattendo contro un'intera nazione, ma la sentenza condanna “il traditore” ad essere confinato sull'isola del Diavolo, nella Guyana francese.
Il caso ha una notevole risonanza mediatica e politica dividendo l'opinione pubblica del temp...

Leggi tutto l'articolo