J-Ax si confessa: "Dopo il successo il tunnel della droga. Salvato da mia moglie"

“Quand’è iniziata la discesa, mi sono ritratto nell’alcol e nella cocaina”. J-Ax si confessa in un’intervista al “Corriere della Sera”: “Sono diventato un drogato. E drogarsi è come chiedere un po’ di pace alla morte. A 29 anni mi sentivo vecchio. E mi devastavo, facevo cose folli”.
Ad aiutarlo la moglie, ora incinta Elaina cocker: “Lei è americana ma ci siamo conosciuti a Milano, a una cena, Ho cominciato a uscire solo per vederla. Abbiamo cercato emozioni lontano dalla droga (…) Con il bungee-jumping: mi sono buttato con una corda dalla cascata del Toce, il secondo salto più alto d’Europa. Io davanti, mia moglie dietro. L’anno dopo ho provato il lancio con il paracadute: molto meglio. E poi il tunnel del volo”.
Ora la droga è un ricordo ed è tronato la successo, anche grazie all’accoppiata con Fedez: “Io sono babbo, lui è sveglio. Io sono un generoso, lui mi avverte quando mi sto facendo fottere. Lui mi dice quando i giovani non mi sentono, io quando i vecchi non lo capiscono”.

Leggi tutto l'articolo