Jan Palach

  COMUNICATO STAMPA   L’associazione politico-culturale “DESTRA POPOLARE per l’ITALIA”  ha ricordato il 46° anniversario del sacrificio di Jan Palach, martire per la libertà con la deposizione di fiori ed un minuto di raccoglimento presso il monumento a lui dedicato a Roma nell’omonima piazza.
    “DESTRA POPOLARE per l’ITALIA” ha ricordato il 46° anniversario del sacrificio di Jan Palach, martire europeo per la libertà morto il 19 gennaio del 1969 dopo tre giorni di agonia dopo essersi immolato in piazza San Venceslao a Praga, dandosi fuoco per protestare contro l’occupazione della Cecoslovacchia da parte delle forze del Patto di Varsavia che avevano stroncato la Primavera di Praga e “per scuotere la coscienza del popolo”.
  I rappresentanti dell’associazione politico-culturale romana hanno reso omaggio alla memoria del giovane Jan Palach con la deposizione di un mazzo di fiori ed un minuto di raccoglimento davanti al monumento a lui dedicato, realizzato grazie al contributo dei lettori del quotidiano Il Tempo, nell’omonima piazza all’interno dell’ex Villaggio Olimpico di Roma.
“E’ importante ricordare la figura di Jan Palach” afferma Francesco Fedeli, dirigente dell’Ass.
Destra Popolare per l’Italia, “un eroe ed un vero martire che a soli venti anni, sacrificò la propria vita per la libertà del suo popolo contro l’oppressione comunista.
Un vero martire perché non si è fatto saltare in aria con una cintura esplosiva o ha ucciso qualcuno solo perché di un differente credo religioso, ma ha dato la vita per protestare contro chi gli aveva tolto la libertà e per svegliare le coscienze assopite e rassegnate del suo popolo”.
      INFOTEL: 331/2760708 destra.popolare@libero.it

Leggi tutto l'articolo