Jean Nouvel

Voleva fare il pittore, ma si è iscritto nel 1964 all’École des Beaux-Arts di Bordeaux in architettura.
Nel 1966, fu ammesso come primo all'École Nationale Supérieure des Beaux-Arts di Parigi (ENSBA).
Dopo aver lavorato da Claude Parent, il padre della «funzione obliqua», e nel movimento intellettuale dell'architetto Paul Virilio, fonda nel 1970 la sua prima agenzia con François Seigneur.
1971: Diploma d'architetto DPLG e incontro col critico Georges Boudaille grazie al quale diviene architetto della Biennale di Parigi.
Pratica allora la scenografia per la sezione di architettura e design dell’esposizione Les Années 50 al Centre Pompidou nel 1988, e più di recente quella della mostra Le Futur du travail e La Mobilité per l’Expo 2000 ad Hannover.
Nel 1976,incontra lo scenografo Jacques le Marquet che gli fa scoprire il mondo del teatro e la messa in scena.

Leggi tutto l'articolo