John Galliano insulta gli ebrei e Natalie Portman prende le distanze

La scorsa settimana è scoppiata la polemica dopo le durissime affermazioni antisemite dello stilista John Galliano: Nel video, diffuso dal tabloid britannico "Sun", lo stilista compare seduto a un tavolo nello stesso locale "La Perle del Marais" dove la scorsa settimana avrebbe insultato Geraldine Bloch, una donna di 35 anni, e minacciato di uccidere il suo amico Philippe Virgitti.
"Gente come te dovrebbe essere morta.
Tua madre, i tuoi antenati sarebbero tutti finiti nelle camere a gas", dice Galliano.
La ragazza chiede allo stilista, che appare ubriaco, se ha qualche problema, e lui risponde: "Ho un problema con te.
Sei brutta", e continua con le ingiurie.
La scena, sarebbe stata filmata da un amico della coppia insultata: un francese e un'italiana, nessuno dei due ebrei.
"Era solo davanti al suo bicchiere quando alcuni di noi si sono seduti al tavolo vicino - hanno raccontato - continuava a inserirsi nelle nostre conversazioni.
Noi sapevamo chi era ed eravamo stupiti da quel che diceva, ma poi ha cominciato a pronunciare insulti antisemiti.
Era disgustoso.
Ed era chiaro che le ragazze italiane non erano benvenute e che avrebbero dovuto andare a casa.
Era razzismo puro".
E ha terminato con "Amo Hitler!" Ebbene, l'ultima vincitrice della statuetta dorata ha voluto esprimersi a riguardo: "Sono profondamente scioccata e disgustata dal video di John Galliano pubblicato oggi.
Alla luce di questa clip, essendo una persona fiera di essere ebrea, non sarò più associata al suo nome in alcun modo.
Spero infine che questi commenti terribili ci ricordino di riflettere e agire per combattere questi pregiudizi che ancora esistono e che sono l’opposto di tutto ciò che è bello." E' assurdo che nel 2011 ci sia ancora qualcuno che pensa queste cose, ed è assurdo che una personalità che ha visto e viaggiato tanto si riveli così povera e misera d'animo e di cervello! Dior intanto ha sospeso John Galliano, questo forse non è giusto- dico allontanare qualcuno per come la pensa (per quanto orribile non condivisibile)- ma in effetti le dichiarazioni delle stilista hanno sicuramente compromesso l'immagine della Maison, dunque dei provvedimenti erano inevitabili.

Leggi tutto l'articolo