Johnny, recensione di Biagio Giordano

Johnny Serie Web TV in 5 episodi, primo episodio Un Amico 1 settembre 2013 su You Tube Ore 18 (Ogni episodio dura circa 25 minuti, ed è di genere thriller-poliziesco) A Produrre la serie sono la GRAGE PICTURES ed INDIEWORKS Il Cast Principale è composto da: MICHELE FRIULI che interpreta DANIELE CORTESI, ROBERTO D'ANTONA nel Personaggio di JOHNNY, GIANLUCA BUSCO ne l’ ISPETTORE MARINO, MIRKO D'ANTONA ne il SOVRINTENDENTE NAVOLIO, ALESSIA CARDEA nella parte di SONIA DEODORI, DEBORA MUSCOSO ne l’ AGENTE AMBRA, GIONATA RUSSO ne il DR.
EDOARDO FALIERI La regia è di ROBERTO D'ANTONA La storia è di ROBERTO D'ANTONA La sceneggiatura è del regista EROS D'ANTONA Il montaggio e la fotografia sono di ROBERTO D'ANTONA.
La colonna sonora è stata composta da ANDREA PINNA e le altre musiche da OLSI BABA.
Recensione di Biagio Giordano   Dopo il divertentissimo horror A.Z.A.S.
All Zombies are Stupid, Roberto D’Antona, ventunenne regista emergente italiano, già autore di due mediometraggi di buona costruzione letteraria intessuti qua e là da un’iconografia sopra le righe come Dylan Dog: Il trillo del diavolo, (2012), Dylan Dog: L’inizio, (2011), torna sul web con la Grage Pictures e la Indieworks in una avvincente serie thriller-poliziesca di 5 episodi dal titolo: Johnny.
La nuova sequenza web brilla in ciascuna sua fase scenica di originalità, ed è molto curata in ogni particolare a tal punto da sorprendere per come riesca a risvegliare piacevolmente negli spettatori i sensi più atrofizzati, quelli assuefatti agli stereotipi televisivi filmici di costante riedizione, donando loro nuovo diletto e protagonismo sensuale.
La serie Johnny diverte e offre un alto livello compositivo delle immagini.
Il film lascia stupefatti per l’estro fotografico, le interpretazioni creative in stile nuovo, la regia innovativa, e il lavoro di gruppo di supporto al film che si immagina, dai risultati raggiunti, sia stato ben omogeneo, ricco di energie e determinazione, decisivo nel perfezionamento tecnico da cui sgorga quell’effetto d’insieme dal sapore amabile che soddisfa nello spettatore le pulsioni più enigmatiche, ambigue, voyeuristiche o proibite.
Johnny racconta alcune vicende di Daniele Cortesi (un Michele Friuli ben calato nella parte), uomo comune, dalle apparenze fisiche gracili, falso timido, severo impiegato di banca, separato dalla moglie con qualche strascico penoso.
Daniele è una persona elegante che tra le donne non passa inosservato: ha una certa raffinatezza nei modi di fare e un’aria inoffensiva che sollecita nel [...]

Leggi tutto l'articolo