Jorge Luis Borges - Inno

Inno
di Jorge Luis Borges
.
Questa mattina
c'è nell'aria l'incredibile fragranza
delle rose del Paradiso.
Sulla riva dell'Eufrate
Adamo scopre la freschezza dell'acqua.
Una pioggia d'oro cade dal cielo:
è l'amore di Giove.
Salta dal mare un pesce
e un uomo di Agrigento si ricorda
d'essere stato quel pesce.
Nella caverna che chiameranno Altamira
una mano senza volto traccia la curva
di un dorso di bisonte.
La lenta mano di Virgilio accarezza
la seta che portarono
dal regno dell'Imperatore Giallo
le carovane e le navi.
Il primo usignolo canta in Ungheria.
Gesù vede sulla moneta il profilo di Cesare.
Pitagora rivela ai suoi greci
che la forma del tempo è circolare.
In un'isola dell'Oceano
i levrieri d'argento inseguono i cervi d'oro.
Su un'incudine forgiano la spada
che sarà fedele a Sigurd.
Whitman canta a Manhattan.
Omero nasce in sette città.
Una donzella riesce a catturare
l'unicorno bianco.
Tutto il passato torna come un'onda
e quelle antiche cose sono qui
solo perché una donna ti ha...

Leggi tutto l'articolo