Juncker: leggermente preoccupato per l'economia italiana

Roma, 2 apr.
(askanews) - Jean-Claude Juncker si è detto "leggermente preoccupato" per l'economia italiana e ha chiesto di fare di più per la crescita.
Il presidente della Commissione Ue ha parlato in conferenza stampa a conclusione dell'incontro a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.
"Sono leggermente preoccupato nel vedere che l'economia italiana continua a regredire e auspico che le autorità italiane facciano sforzi supplementari per mantenere in vita la crescita economica dell'Italia.
Le previsioni di crescita all'1% per l'Italia andranno riviste al ribasso considerato il debito pubblico italiano.
Noi siamo aperti e vedremo come procedere al riguardo", ha aggiunto Juncker.
Da parte sua il premier italiano Conte, che ha definito quello con Juncker un incontro "cordiale e proficuo", ha rispost così sul debito pubblico: "Il governo aveva previsto questo rallentamento della crescita per questo la manovra vuole perseguire una politica fiscale espansiva ma responsabile approvando misure sociali fondamentali di cui il paese necessitava da anni per l'equità sociale".
Conte ha anticipato a Juncker anche alcune iniziative che vanno nella direzione della crescita.
"In settimana contiamo di approvare il decreto crescita con cui introdurre misure in grado di dare impulso effettivo alla crescita effettiva e potenziale.
VAremo così le premesse per il rilancio degli investimenti pubbloici e privati", ha concluso Conte.

Leggi tutto l'articolo