Juncker ,non è degno di essere capo manco dei cessi

 l'europa non è una unione di stati,ma una truffa di multinazionali che usano gli stati,altrimenti non ne sarebbe presidente Juncker che come oramai tutti sappiamo è a favore delle multinazionali e delle schifezze dei loro prodotti,aquesto punto che ci sto a fare in europa,usciere e in fretta,ue è solo schivitù a poteri forti e multinazionali e stati uniti,usciamo e subito dall'europaLussemburgo, i 550 «favori» alle multinazionali che imbarazzano Juncker  Jean-Claude Juncker (Epa) BRUXELLES - Documenti riservati, pubblicati da un consorzio di giornali, hanno rivelato oggi giovedì 6 novembre che il Granducato del Lussemburgo ha concesso negli ultimi 10 anni generosi accordi fiscali a una lunga lista di multinazionali.
In un momento di ristrettezze finanziarie e crisi economica, la vicenda rischia di provocare clamore, e soprattutto di gettare una ombra sul nuovo presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, primo ministro del piccolo paese dal 1995 al 2013.
di Beda Romano, con un articolo di Alberto Magnani - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/IhMSIr http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2014-11-06/lussemburgo-550-accordi-fiscali-le-multinazionali-che-imbarazzano-juncker-102023.shtml?uuid=ABcNluACColpaccio di Juncker: fine della sovranità alimentare, OGM per tutti Pubblicato su 26 Aprile 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM inECOLOGIAIl grosso vantaggio dell'UE per le lobby finanziarie e industriali è che è molto più facile influenzare un potere centrale che i singoli governi dei 28 paesi membri.Le istituzioni europee soffrono di una cattiva immagine presso i cittadini europei (vedi Eurobarometer: fiducia nell'Unione Europea al 37% in UE, sfiducia maggioritaria in 14 paesi tra cui l'Italia).
I centri di potere di Bruxelles e Francoforte sono visti come lontani dal popolo; controllati dalle lobby; indifferenti agli interessi e alle opinioni dei cittadini comuni; proni a quelli delle élite finanziarie; sbilanciati a favore dei grandi gruppi a scapito di piccoli produttori e aziende familiari o individuali.Questi cliché sono stati ancora una volta confermati questa settimana in maniera 'eclatante' (cit.
Renzi).
http://frontediliberazionedaibanchieri.it/2015/04/colpaccio-di-juncker-fine-della-sovranita-alimentare-ogm-per-tutti.html   

Leggi tutto l'articolo