Justine Mattera: “Io nuda e provocante? Macché, non si vede niente”

Delizia i follower con una serie di foto-provocazioni in cui appare sensuale e maliziosa con poca stoffa addosso.
Scandalosa? Macché! Justine Mattera, mamma, moglie e showgirl, nonché sosia di Marilyn Monroe: “Non si vede mai niente… sono un’artista poliedrica”.
Justine… ti vediamo cambiare panni e ruoli con grande semplicità e ironia, in quali “abiti” c’è la vera Justine Mattera? Ogni cosa che faccio mi appartiene totalmente, ed è questa la mia filosofia di vita.
Allora, la vera Justine abita in ogni mio gesto.
La mia ironia fa da protagonista in tutto quello che faccio… anche perché senza l’ironia non avrei potuto affrontare la nomea di sosia di Marilyn Monroe.
Sui social sei esageratamente provocante e sexy… Ti piace molto questo lato erotico che vuoi trasmettere ai fan? Esageratamente? Non credo e comunque non si vede mai niente! Il mio motto è: occhio non vede, immaginazione impazzisce.
L’erotismo fa parte di me da sempre.
In televisione però l’ho manifestato poco.
Con instagram mi diverto e ho trovato il giusto mezzo per far uscire anche questo lato del mio essere “artista”.
Per mantenerti così, sempre in formissima, cosa fai? Quale è il tuo segreto di bellezza? Sono sempre in movimento.
Ho sempre fatto tanto sport.
Nuoto, corro, vado in bici.
Uso spesso i mezzi di trasporto, mentre uso poco la macchina.
Mi piace prendermi cura di me e della mia pelle.
E la tua arma di seduzione? La mente.
Dalle foto bollenti a quelle casalinghe con grande disinvoltura… Che mamma e moglie sei? Sono una mamma e una moglie molto affidabile e responsabile.
La famiglia rimane per me sempre al primo posto.
Ti vediamo spesso con le tue amiche bionde, Snellenburg, Hidding, Lagerback… Le adoro.
Poi Jane Alexander, Manila Nazzaro, Paolo Ruffini, Paolo Limiti, Joe Bastianich.
Sono stata fortunata a lavorare con loro che reputo grandi professionisti.
Meglio una cena romantica o una serata mondana divertente? Ad ogni cosa il suo momento.
Non disdegno né l’una né l’altra.
Il tuo rapporto con la moda.
Posi per shooting e backstage indossando tanti capi griffati.
Quale è il tuo stile? Eclettica.
Mi piace vestire in modo colorato ed insolito.
Hai appena posato per un brand, #Mind Chapter, interamente dedicato al sociale.
Ci racconti questa scelta… Partendo dal presupposto che mio nipote è autistico, oggi più che mai mi sento vicina a #Mind Chapter perché è il primo Social Luxury brand interamente dedicato al sociale.
So bene le difficoltà e le mancanze dei servizi che ci sono per bambini [...]

Leggi tutto l'articolo