Juventus: Ufficiale Diego ha firmato il contratto

Dopo tante parole rincorse e smentite finalmente la Juventus ha ufficializzato l'acquisto del fantasista brasiliano Diego, che ha firmato un contratto quinquennale che lo legherà ai bianconeri sino al 30 giugno 2014.
E' ufficiale: Diego e' un giocatore della Juventus, che lo ha acquistato per 24,5 milioni, pagabili in tre rate fino al 2011.
Il valore di acquisto - fa sapere con una nota ufficiale la Juventus - potra' incrementarsi di ulteriori massimi 2,5 milioni al raggiungimento di determinati obiettivi nel corso dei cinque anni di contratto.
Lo ha comunicato la società di Corso Galileo Ferraris attraverso una nota ufficiale diffusa sul proprio sito.
Il brasiliano ha firmato un contratto quinquennale che lo legherà ai bianconeri sino al 30 giugno 2014.
Il centrocampista, lunedì a Torino per le visite mediche e per la firma dell'accordo ha così commentato: "Sono entusiasta della Juventus e orgoglioso di entrare a far parte di un club così prestigioso che ho sognato fin da bambino.
È il momento giusto della mia carriera per compiere un passo così importante e sono convinto che con la Juventus potrò raggiungere grandi traguardi".
La Juventus verserà nella casse del Werder Brema 24,5 milioni di Euro in tre rate, garantite da fideiussione bancaria: 14 milioni il 1 luglio 2009, 5,5 milioni il 1 luglio 2010, 5 milioni il 1 luglio 2011.
Il valore di acquisto potrà aumentare al massimo di altri 2,5 milioni, legati al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi neiprossimi cinque anni.
'Sono entusiasta della Juventus e orgoglioso di entrare in un club cosi' prestigioso che ho sognato fin da bambino', ha detto Diego.
'Dopo l'esperienza in Portogallo e in Bundesliga - ha dichiarato il giocatore al sito bianconero - potro' misurarmi con un calcio di altissimo livello, in un campionato difficile e molto competitivo.
E' il momento giusto della mia carriera per compiere un passo cosi' importante e sono convinto che con la Juventus potro' raggiungere grandi traguardi'.

Leggi tutto l'articolo