Juventus, Del Neri: " Diego rimarrà alla Juve...!!"...

"Diego rimarrà alla Juventus.
La formazione per lo Sturm?: devo ancora farla...."   // «Diego rimarrà alla Juventus come abbiamo detto.
Ha dimostrato di poter stare con noi e ne siamo felici.
Le voci di mercato non ci toccano».
«Stiamo meglio di quando siamo andati in Irlanda, ma le insidie sono le stesse: avversari motivati, ambiente sfavorevole… Ci vorrà la migliore Juventus, come sempre».
"Bisogna stare concentrati":«Li ho visti giocare contro il Rapid Vienna.
È una squadra che non butta via la palla, è rapida in avanti, gioca un buon calcio e lo dimostra la classifica che ha in questo momento.
Darà battaglia e la Juve deve stare attenta a queste partite che sulla carta la danno favorita.
Vogliamo vincere naturalmente, ma abbiamo grande rispetto per gli avversari».
  La Formazione: «Giocherà la Juventus.
Abbiamo venti giocatori e da questi usciranno gli undici che scenderanno in campo domani.
E poi l’esempio di Modena è eloquente: può essere decisivo anche chi entra a partita in corso.
Melo dal primo minuto? Non è ancora al top della condizione in questo momento.
Cercheremo di portarlo allo stato di forma ottimale per l’inizio del campionato».
PARLA STORARI - La presenza di Storari in conferenza stampa, per i giornalisti austriaci, che speravano di vedere il loro connazionale Manninger, non solo dietro ai microfoni, ma anche in campo domani è una mezza delusione.
Del Neri spiega quindi che «la Juventus presenta ogni volta un giocatore diverso e anche se Alex si fosse presentato in sala stampa, non sarebbe cambiato nulla riguardo alla partita».
È così Storari ad attirarsi le simpatie della stampa locale, sottolineando il piacere di giocare sfide simili, in un impianto come la UPC Arena: «È stimolante giocare in questi stadi - spiega il portiere - Lo Sturm Graz più avanti come preparazione? Abbiamo iniziato ai primi di luglio e dunque siamo assolutamente pronti per queste sfide».
Foda, tecnico austriaco: «un onore ospitare la Juventus»...
«Se riuscissimo a segnare, la spinta del nostro pubblico potrebbe rivelarsi determinante».

Leggi tutto l'articolo