Juventus, il caso Dybala è 'bollente': l'argentino però è quello che ha giocato di più...

In casa Juventus è destinato a non esaurirsi in breve tempo il polverone mediatico cresciuto attorno a Paulo Dybala.
L'argentino è richiesto a gran voce dai tifosi, che lo vogliono vedere più spesso in campo.
Numeri alla mano, però, l'ex Palermo il campo lo vede, eccome.
Come vi abbiamo raccontato nella giornata di ieri, i problemi di gestione dell'attaccante sono nati soprattutto dopo le ultime due gare.
Contro Inter e Borussia Mönchengladbach, Dybala è rimasto a guardare i suoi compagni dalla panchina, subentrando solo nel finale.
Eppure, entrambe le gare richiedevano estro e fantasia.
Massimiliano Allegri ha probabilmente in mente un piano tutto suo, a noi sconosciuto.
Un po' come successo lo scorso anno per Morata, l'ambientamento dell'attaccante argentino potrebbe prevedere molte tappe, affinchè il giocatore si inserisca gradualmente nel gruppo e negli schemi della squadra.
Certo è che nella scorsa stagione le panchine di Morata non facevano parlare così tanto.
Anche il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, si è schierato con il suo ex giocatore: "Allegri sta rovinando Dybala.
Paulo è il calcio, mentre lui non lo è".
Il caso è ormai esploso anche, e soprattutto, a livello mediatico e occupa tutte le prime pagine dei giornali sportivi.
Anche i tifosi, come detto prima, cominciano ad essere perplessi sul poco utilizzo di Paulo Dybala.
Numeri alla mano, però, Dybala è sceso comunque regolarmente in campo.
Secondo quanto evidenziato dalla 'Gazzetta dello Sport', dei 4 attaccanti della Juve, è quello che ha più minutaggio (562) e più presenze (11 su 12 gare ufficiali).
Ma è stato titolare soltanto in 5 gare, di cui 3 da 90 minuti.
Praticamente solo molti spezzoni.
Dal canto suo, l'argentino ha sfruttato al massimo i minuti: è il cannoniere della squadra con 4 gol, è la punta che ha tirato di più nello specchio della porta e ha pure di gran lunga il maggior numero di passaggi riusciti: 164.
In più ce la questione del ruolo.
Allegri vuole che Dybala giochi da seconda punta, mentre lui ama agire come prima.
Insomma, gli ingredienti affinché si continui a parlare ancora per molto di questo caso ci sono tutti.
A meno che, il tecnico toscano non si decida a buttare nella mischia l'argentino con regolarità.

Leggi tutto l'articolo