Kakà Addio

Florentino Perez si sente vicino dal traguardo, i giornali spagnoli parlano già di sogno avverato.
Adriano Galliani e il papà agente di Kaka, Bosco Leite, ieri sono sbarcati a Madrid con un aereo privato e hanno scatenato il finimondo.
A gennaio l’ad rossonero era riuscito a resistere all’offerta degli arabi del Manchester City, stavolta però il finale sarà diverso.
Kakà non voleva trasferirsi nella grigia Manchester e così non fu difficile convincere Berlusconi che l’affare avrebbe scatenato una perdita di consensi.
E non solo calcistici.
Cinque mesi dopo, è tutto di nuovo in discussione, perché a corteggiare il brasiliano ci sono due grandi club: il Real Madrid e il Chelsea.
Galliani ha ragionato sulle cifre e poi dopo aver sentito Berlusconi ha preso la decisione finale: Kakà andrà a Madrid per 70 milioni di euro.
Nel giorno in cui è tornato di moda l'interessamento degli arabi del Dubai per acquisire delle quote del Milan, Galliani e Bosco Leite hanno incontrato Perez al ristorante Bernabeu intorno alle 15 e poi si sono trasferiti nei suoi uffici presso l’azienda Acs.
Il neo presidente delle Merengues ha parlato prima con l’ad rossonero e poi ha voluto parlare privatamente con papà Bosco.
L’offerta iniziale è stata di 65 milioni di euro.
A Kakà, invece, è stato sottoposto un contratto di 5 anni a 9 milioni di euro.
Mentre Galliani cercava di convincere i madrileni ad alzare la posta in palio, Berlusconi da Prato confermava la volontà di cedere il giocatore: «Non so se potremo trattenerlo al Milan perchè gli offrono talmente tanti soldi...
D’altronde, non si può trattenere qualcuno contro la sua volontà».
Il presidente del Consiglio ha usato le stesse identiche parole pronunciate prima dell’incontro con il Manchester City.
E' soltanto una questione di denaro.
Fininvest, infatti, vuole che venga sistemato il bilancio del club che ha segnato un passivo di 65 milioni di euro, grazie a Kakà le casse rossonere respireranno.
Il malloppo servirà anche per rifondare la squadra, verranno comprati due difensori e almeno un’ala offensiva per il 4-3-3 che ha in mente Leonardo.
Perez ha sempre messo Kakà al primo posto della sua lunga lista della spesa, ma non si aspettava che nel bel mezzo della trattativa facesse irruzione il Chelsea.
Invece così è stato.
Ancelotti, infatti, ha messo al corrente i dirigenti dei Blues della visita di Galliani a Madrid ed è partita subito la controffensiva.
Kakà, dopo aver parlato con Carletto, ha chiesto al padre di capire quali sono le reali intenzioni [...]

Leggi tutto l'articolo