Kate Middleton arreda le camerette di George e Charlotte con mobili Ikea

Sarà anche sposata al futuro re d'Inghilterra, ma in fatto di arredamento Kate Middleton fa delle scelte molto simili a quelle delle persone comuni.
La Duchessa di Cambridge e suo marito hanno infatti deciso di arredare le camerette di George e Charlotte con dei mobili Ikea.
Lo ha dichiarato la stessa coppia reale durante un tour in Svezia, dove ha incontrato proprio uno dei vertici del brand scandinavo, Marcus Engman.
"Hanno spiegato di avere dei nostri mobili nelle camere dei bambini.
Siamo contenti di essere un marchio che mette d'accordo proprio tutti" ha riportato lui alla stampa.
Kate e William vivono dal 2011 a Kensington Palace, e l'arredamento è stato curato dall'interior designer Ben Pentreath.
L'abitazione include un soggiorno, cinque stanze di ricevimento, tre camere da letto, spogliatoi, bagni, stanze per i bambini diurne e notturne, camere dello staff e locali accessori.
I due resteranno a Kensington fino al giorno dell'incoronazione del Duca di Cambridge: allora, la coppia si trasferirà a Buckingham Palace.
Molto probabilmente non in tutte le camere dell'abitazione sono presenti mobili low cost, ma il semplice fatto che Kate e William abbiano pensato di includere anche dei complementi d'arredamento di Ikea li rende più "umani".
Fino a qualche anno fa, infatti, nessuno dei membri della Royal Family avrebbe pensato di rivolgersi ad una catena così popolare per completare gli interni della propria abitazione, preferendo invece marchi blasonati e costosi.
I Duchi di Cambridge hanno quindi operato una scelta rivoluzionaria rispetto a quelli che li hanno preceduti, avvicinandosi di più ai loro sudditi.
Non è neppure la prima volta che Kate Middleton sceglie un negozio economico per il suo shopping.
Poco prima di Natale era stata avvistata con Geoge e Charlotte in un discount della regione del Norfolk, e anche per i suoi outfit la Duchessa si è spesso affidata a marchi low cost.
Non ha infatti disegnato in più occasioni di indossare abiti di Zara, che la maggior parte di noi potrebbe acquistare facilmente online o negli store del marchio.
Una principessa del popolo, insomma, un po' come la compianta Diana, che prima di tutte aveva capito quanto fosse importante far sentire la propria vicinanza alle persone comuni.

Leggi tutto l'articolo