L'ANGELO STERMINATORE

Dopo il "teatrino della politica", spettacolo tutt'altro che spregevole, col senno di poi, riuniti nel dopocena a disquisire di '68, Deregulation e Globalizzazione, al momento di uscire siamo bloccati in questo naufragio psicologico di anime paralizzate e senza via d'uscita.
E' oramai una decina d'anni che sbattiamo contro il muro invisibile di questa crisi perenne che lascia spazio solo alla emulazione della miseria umana di Rich Kids che non hanno mai vissuto altro che questa gabbia in cui sguazzano come pantere di questo *Zoo dell'inconsapevolezza* , serviti, riveriti e castrati di tutto punto, nell'ideale per sole eruzioni di piccolo cabotaggio : sessualità perverse, alcolismo, droga, gioco d'azzardo magari con la propria vita, consumo vistoso.
Un sistema culturale deragliato verso un etica del piacere nell'immediato nella completa reversibilità dei valori.
Invece di vivere sovranamente libero il cittadino occidentale ha scelto la servile schiavitù dell'apparire, mentre tutto s...

Leggi tutto l'articolo