L'Aquila, torna la paura: scossa di magnitudo 4.1

  Il sisma è stato avvertito dalla popolazione.
Epicentro tra Pizzoli, Barete e Capitignano     L'epicentro del sisma (dal sito INGV) L'AQUILA - La gente scende di nuovo in strada.
E torna la paura.
Una forte scossa di terremoto è stata avvertita distintamente dalla popolazione dell'aquilano, seguita da un lieve boato che si è protratto per alcuni secondi.
La scossa ha avuto una magnitudo di 4.1.
Secondo il Dipartimento della Protezione Civile, l'epicentro del sisma è stato localizzato nei comuni di Pizzoli, Barete e Capitignano, in provincia dell'Aquila.
Numerosissime sono state le telefonate ai vigili del fuoco.
Fonti della Protezione Civile sottolineano che «al momento non si segnalano danni a persone o cose».
ALLE 18 e 14 - La scossa è stata registrata dagli strumenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 18.14 a 9,7 chilometri di profondità, nella zona sismica del Gran Sasso.
Il terremoto «è ancora una replica del sisma del 6 aprile», rilevano gli esperti della sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.
«Non si tratta di un evento legato alla sequenza in atto nella zona dei Monti Reatini - osservano i sismologi - e non è escluso che questo sisma possa innescare altri eventi nelle prossime ore».

Leggi tutto l'articolo