L'Assemblea dei Soci approva il Bilancio 2008 del Marconi. Quasi 1,9 milioni di € di utile

Nel dettaglio, il lieve calo di passeggeri (-3,1%) per un totale di 4.225.446, con conseguente diminuzione dei ricavi aeronautici, e le perdite sui crediti nei confronti di Alitalia (pari a 886 mila euro) sono stati più che compensati dalla crescita dei ricavi extra aeronautici (subconcessioni, MBL, ecc.), dal lavoro di efficientamento nella gestione e dal contenimento dei costi esterni.
Il fatturato, arrivato così a 56,3 milioni di euro, è cresciuto dell’1% sul 2007, mentre il margine operativo lordo, con un incremento del 5%, è salito a 19,3 milioni di euro, per una redditività, espressa come MOL su ricavi, del 34%.
Il risultato prima delle imposte è stato pari a 4,4 milioni di euro (+7%), mentre il risultato netto è arrivato a 1,86 milioni di euro.
Da segnalare, gli oltre otto milioni di investimenti effettuati nel 2008, di cui i più significativi sono stati: l’ampliamento dell’area A2, la realizzazione delle infrastrutture per il cargo, la realizzazione del nuovo Pronto Soccorso Sanitario.
Importante è stata anche l’azione sui crediti verso i clienti che si sono ridotti di oltre il 25% con giorni medi di incasso passati da 109 a 79.
Confermata, inoltre, la solidità finanziaria dell’azienda, in grado di affrontare il piano degli investimenti previsto per il 2009.
L’incontro ha anche permesso di fare il punto sull’anno di attività appena concluso.
In estrema sintesi, questi i principali risultati raggiunti: Ø     l’apertura della base dello spedizioniere aereo DHL e il potenziamento della presenza di TNT, Ø     la sottoscrizione dell’accordo commerciale con il vettore Ryanair per l’attivazione di nuove rotte nel segmento low cost, Ø     la firma dell’Accordo Territoriale per il Polo Funzionale dell’aeroporto che determina i confini dello sviluppo dello scalo, Ø     il riordino delle partecipazioni, come previsto dal piano industriale, con cessione della quota posseduta nelle società Bas e Aviogrill, individuazione di GH Napoli quale partner industriale per Marconi Handling e costituzione di Fast Freight Marconi per il ramo merci.
Il consolidato di gruppo, che ha visto una variazione del perimetro per l’inserimento di TAG e l’esclusione di Bas e Aviogrill, ha registrato un incremento dei ricavi del 3%, per un fatturato complessivo di 71,2 milioni di euro, e un utile netto di 3,2 milioni (contro i 546 mila euro del 2007).
La presidente Giuseppina Gualtieri ha ringraziato il Consiglio di Amministrazione, il direttore generale, il management e tutto il personale Sab [...]

Leggi tutto l'articolo