L'IMMIGRAZIONE TRA BENE E MALE

A chi, navigando al largo del Marocco, chiedesse: “Per raggiungere l’Atlantide devo andare ad est o ad ovest?”, bisognerebbe per forza rispondere che la domanda è mal posta.
Prima bisogna infatti sapere se quel continente esiste.
Perché, se non esiste, non esiste neppure una direzione giusta per andarci.
Tutto ciò sembra elementare, e tuttavia la maggior parte del tempo ci si appassiona talmente al problema finale da non porsi la domanda che dovrebbe stare “a monte”.
E dire che rispondendo ad essa a volte si risolve anche il problema “a valle”.
In particolare per ll’immigrazione, i cittadini si dividono in favorevoli e contrari, ma pochi sono quelli che si chiedono: “Quale immigrazione?”
Negli Stati Uniti del 1776 gli americani si sono accorti di essere pochi e in possesso di un territorio sconfinato.
E in quel momento il numero di abitanti era importante, perché la massima attività del tempo, l’agricoltura, non richiedeva ardue conoscenze tecniche, ma soprattutto uomini disposti a fa...

Leggi tutto l'articolo