L'Italia ha scelto!

Vince Berlusconi.
Boom della Lega, Sinistra arcobaleno fuori dal Parlamento Berlusconi ha vinto, anche grazie al grande successo della Lega al Nord.
Alla Camera, Pdl, Lega e Mpa ottengono insieme il 46,7% (con la Lega oltre l'8%) contro il 37,6% di Pd e Italia dei valori.
Al Senato, dove si temeva il pareggio, Berlusconi dovrebbe avere circa 30 seggi di maggioranza (mancano poche sezioni, ma i definitivi non ci sono ancora).
Tra i 'piccoli' entra in Parlamento solo l'Udc di Casini, con il 5,6%.
Tutti gli altri restano lontanissimi dal quorum (4% alla Camera, 8 al Senato).
La Sinistra arcobaleno di Bertinotti supera di poco il 3%, la Destra di Santanche' e Storace e' sotto il 2,5, i socialisti di Boselli sotto l'1.
Bertinotti e Boselli hanno annunciato la loro uscita di scena.
Il Pd fallisce anche il 'premio di consolazione' di partito di maggioranza relativa, sperato dopo i primi exit-poll (ancora una volta lontanissimi dal risultato finale).
Il partito di Veltroni si ferma infatti al 33,2 mentre il Pdl e' al 37,3.
Buono il risultato dell'Italia dei valori di Di Pietro (4,4%).
Quando i risultati sono apparsi netti, Veltroni ha chiamato Berlusconi per dargli atto della sua vittoria.
Oltre alla sinistra e alla destra radicale dei vari Bertinotti, Pecoraro Scanio e Storace, resta fuori dal Parlamento anche Ciriaco De Mita, candidato al Senato per l'Udc in Campania.
"Sono commosso per il risultato elettorale", ha detto Berlusconi, che ha annunciato di voler governare per cinque anni e parlato di bicamerale per le riforme.
Per la formazione del governo, il leader del Pdl ha detto che nella squadra di dodici ministri ci saranno "almeno quattro donne".
Due dei ministri, ha precisato, saranno della Lega; Gianni Letta dovrebbe essere uno dei due vicepresidenti del consiglio.
Per Fini, Berlusconi pensa alla presidenza della Camera, mentre il ministro degli Esteri sara' Franco Frattini.
Il primo Consiglio dei ministri - ha dichiarato Berlusconi - sara' a Napoli per dimostrare come il governo ritenga l'emergenza rifiuti un fatto nazionale.
Umberto Bossi rilancia subito il federalismo fiscale.
In Sicilia si profila la netta vittoria di Raffaele Lombardo.
Per gli altri risultati delle amministrative (il piu' atteso e' quello del Comune di Roma) bisogna aspettare le 15, quando riprenderanno gli scrutini.
Camera, 340 seggi al Pdl, 239 AL Pd.
All'Udc 36 seggi Alla Camera, secondo i dati provvisori del Viminale al termine dello scrutinio di 61.062 sezioni su 61.062, il Pdl potra' contare su 340 seggi contro i 239 del Pd.
In particolare [...]

Leggi tutto l'articolo