L'Italia un Paese finto moralista

  L'Italia è un Paese ambiguo, strano, complesso.
Risulta essere uno dei pochi Paesi o se non l'unico ad avere leggi che si contraddicono a vicenda.
Oppure in alcuni casi risulta essere talmente fiscale e burocratica che non permette nemmeno di respirare.
Questi sono una parte dei problemi che affligge l'Italia ma ultimamente, si è portato alla ribalta il dibattito tra Mancini allenatore dell'Inter e Sarri allenatore del Napoli.
In pratica, Sarri nel corso della partita poi vinta dall'Inter per 2-0 allo Stadio San Paolo, avrebbe dato del finocchio a Mancini.
Sarri capendo l'errore commesso stesso nel dopo partita a chiesto scusa per il gesto commesso.
Ovviamente Sarri ha sbaglio e su questo penso che siamo tutti d'accordo, però personalmente, da fastidio quel finto perbenismo che si incontra in giro, ovviamente tutti contro a Sarri, come si legge nella Bibbia: chi è senza peccato scagli la prima pietra, non per difendere Sarri ma Manici parla proprio lui che in passato ne ha combinate una dopo l'altro, litigando con i suoi colleghi, dando del Frocio ad un giornalista mentre allenava la Fiorentina, allora questa è la domanda che mi esce spontanea: ma se è così sensibile a tale argomento ( ha dato a Sarri del razzista) come mai è il primo che commette tali errori primo punto, quando gioca il Napoli come mai non vengono menzionati tutti quei cori contro i Napoletani per lui non è razzismo questo? La domanda è la seguente, ma vuoi vedere che Mancini ha fatto tale provocazione per destabilizzare l'ambiente Napoletano? Ma dov'è finito la correttezza sportiva addirittura si arriva a tali mezzi per vincere uno scudetto, a questo punto togliamo tutto da mezzo  e mettiamoci a giocare a carte almeno li anche se ci si offende dopo si va a prendere tutti un caffè insieme......Povera Italia siamo lo zimbello d'Europa

Leggi tutto l'articolo