L'OBIETTIVO DEI DELINQUENTI

L’ho già scritto altre volte, ma questo è un argomento che non mi stanco mai di riprendere in quanto lo trovo veramente il massimo della cattiveria che un essere umano può mettere in piedi.
Mi riferisco alle truffe che i delinquenti di questa nostra società mettono in piedi per fare cassa a scapito della brava gente, magari preferibilmente se un po’ in là con l’età e quindi con le idee non più molto chiare e con un po’ di confusione in testa.
Insomma, sto parlando delle truffe che vengono messe in atto nei confronti degli anziani.
Alcune di queste “sceneggiate” sono anche ben fatte, se non fosse che tendono a fare del male a coloro che sono i più indifesi in questa società: gli anziani, possibilmente anche un po’ rincoglioniti, come è nel loro diritto.
Sentite questa: due signore di una certa età abbordano per la strada una loro coetanea, spacciandosi per due suore e le chiedono una cortesia: nella parrocchia lì vicino, è cambiato il parroco e quello che è appena arrivato non conosce nessuno e non sa come fare per andare a benedire le case del quartiere.
A questo punto le due “finte suore” presentano alla malcapitata un “finto sacerdote” e, con questa organizzazione parte la truffa: comincia la benedizione degli appartamenti e le due “suore” iniziano proprio dalla signora incontrata per strada, alla quale presentano il finto sacerdote e,mentre le due donno sono raccolte in preghiera insieme alla padrona di casa, il finto sacerdote entra furtivamente nell’appartamento e fa man bassa di tutto quello che possa rappresentare un oggetto di valore.
Solo quando il tutto viene “smontato” e ognuno riprende la sua identità, la malcapitata si accorge di essere stata ingannata e derubata e, soprattutto, che le suore non erano vere suore e il sacerdote non era un vero sacerdote: non c’è proprio più da fidarsi di nessuno.
Dopo aver visto la truffa con suore e parroco, vediamone un’altra che è almeno altrettanto interessante: due impostori in divisa da poliziotti suonano alla porta di un appartamento abitato da una signora avanti negli anni; le divise sono sempre una sorta di viatico e così la donna apre la porta e fa entrare la coppia, i quali la informano che sono reduci da un successo nei confronti dei ladri, ai quali hanno recuperato diversa refurtiva; a lei manca qualcosa? Nell’andare a controllare, la vittima svela inconsciamente dove tiene gli oggetti di valore e, mentre uno dei due finti poliziotti la distrae con la scusa della stesura di un finto verbale, l’altro le [...]

Leggi tutto l'articolo