L'ORA DELLE PATACCHE Il reddito di cittadinanza non andrà a 11 milioni di persone, ma a meno di un milione e sarà la metà di quanto promesso. In arrivo stangata.

È l’ora delle patacche E dei pataccari. Finalmente varati i due decreti su quota 100 e reddito di cittadinanza. Niente a che fare con le promesse di campagna elettorale. Quota 100, a cui tiene tantissimo la Lega, consentirà di andare in pensione un po’ prima, ma con un taglio secco alla pensione. Per il resto rimane la legge Fornero, che quindi non viene abolita o superata.
Il reddito di cittadinanza è ancora più comico. Doveva andare a 11 milioni di persone: andrà a meno di un milione. Dovevano essere 780 euro al mese (minimo vitale, calcolalo dall’Istat), saranno un po’ meno della metà e non a tutti. Ma con tante di quelle regole e limiti che forse molti preferiranno lasciar perdere e rimanere sdraiati sul divano di casa.
In realtà, questi piccoli imbrogli elettorali perdono di significato rispetto a quelli che sta accadendo.
I grandi centri di previsione hanno ridotto la crescita italiana 2019 dall’1 per cento (previsione governativa) allo 0,4-0,5 per cento, cioè la metà. Qualc...

Leggi tutto l'articolo