L'altra metà della mela

di Annalisa Rabagliati
Camminava come ogni giorno sul sentiero che procedeva lungo il pendio sotto la strada provinciale che conduceva al passo. La giornata era limpida e il cielo terso.
Nella bella stagione Pietro scendeva dall’alpeggio dove si trovava la sua baita per raggiungere l’osteria di un piccolo borgo abbarbicato sulla montagna.
In inverno, con la neve, Pietro doveva accontentarsi di andare a fare provviste in paese una volta alla settimana, o anche ogni due, con la sua panda quattro per quattro.
Per fortuna in quella fine estate poteva ancora concedersi la passeggiata quotidiana che, con l’avanzare dell’età, gli era diventata necessaria come il pane, perché l’isolamento della baracca in cui si era confinato gli stava diventando sempre più stretto. Sentiva che la pace e la solitudine che un tempo aveva tanto desiderato, ora non gli bastavano più.
Non che volesse tornare nella confusione del mondo cittadino: in realtà amava quel posto in montagna, difficile da raggiungere e...

Leggi tutto l'articolo