L'arte di rappresentare i vizi e le virtù degli italiani...

  Nasceva il 15 Giugno del 1920 Alberto Sordi un artista che, con i suoi 190 film ha raccontato l'Italia come nessuno ha mai saputo fare.
Meglio di chiunque altro ha saputo interpretare pregi e difetti, vizi e virtù, drammi e contraddizioni, debolezze e disincanto di questo nostro Paese.
Ne è stato di volta in volta, vedovo, vigile, vitellone, detenuto, magistrato, mafioso, borghese, marchese, americano, medico, soldato, emigrante, seduttore, tassinaro e chissà quanti altri.
Un simbolo, Albertone, che lascia nel cuore di tutti gli italiani e dei romani in particolare, un vuoto pressochè incolmabileRegista, comico, cantante, doppiatore, compositore, sceneggiatore e, naturalmente, attore, Alberto Sordi si è sempre messo in gioco per poter offrire il proprio contributo nel mondo del cinema e, in generale, dello spettacolo.
Un amore viscerale che è stato largamente ricambiato dal pubblico italiano che ancora oggi continua ad apprezzare i suoi film e ridere alle sue battute che sono dive...

Leggi tutto l'articolo