L'assessore D'Amario: «Ci spieghi Coletti perché per quasi un anno ha lasciato la commissione per i finanziamenti alle imprese turistiche senza un componente»

L'assessore al Lavoro e alle Attività Produttive, Daniele D'Amario, ha replicato all'ex presidente della Provincia, Tommaso Coletti, sul ritardo nell'esame delle domande di finanziamento delle imprese turistiche del Chietino-Ortonese.«Il presidente Coletti – ha spiegato l'assessore – ha la memoria corta: non ricorda che dei quattro membri della commissione che dovrà esaminare le circa 160 domande di finanziamento ai sensi della legge 236/93,......solo tre sono stati individuati dalla precedente amministrazione, mentre per il quarto tutta la procedura si è fermata, sebbene il bando per il loro reclutamento sia scaduto il 6 settembre 2008.
Non appena mi sono state assegnate le mie deleghe, ho immediatamente provveduto a sollecitare la definizione di questa commissione: il 22 luglio abbiamo individuato un gruppo di lavoro, formato da dirigenti e funzionari interni, che sta esaminando i curricula dei candidati; il 6 agosto procederemo alla nomina del quarto componente della commissione che, finalmente nel pieno della sua composizione, potrà speditamente esaminare le domande delle imprese turistiche del territorio Chietino-Ortonese.
Coletti provi a spiegare agli imprenditori perché non ha trovato un'ora di tempo, dal 6 settembre scorso, per definire la commissione.
Per la nostra amministrazione, la rapida definizione di questi finanziamenti è un punto prioritario, i quali rappresentano una stampella economica di fondamentale importanza in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo: essi permetteranno investimenti, da parte delle imprese turistiche, per circa 3 milioni di euro nei 28 Comuni dell'area del Patto Chietino-Ortonese.
Per questo abbiamo messo immediatamente mano alla definizione della commissione, lasciata languire per mesi dalla precedente amministrazione».
 

Leggi tutto l'articolo