L'enorme attività del pm Giangiacomo Pilia contro gli Indoni

 Il 9 giugno 2008, esattamente 2 anni dopo una terrificante tragedia giudiziaria inferta prima a mio padre e poi a tutta la mia famiglia compreso il sottoscritto, il vile pm Giangiacomo Pilia, magistrato della Procura di Cagliari emetteva un'altro capo di imputazione (procedimento penale n.
6146/2006 r.n.r.) in netto favore dell'amico maresciallo dei Carabinieri Antonio Cappellu, il quale, mediante un'altra compiacente relazione di servizio abuso inviava dei suoi colleghi a casa mia quali maresciallo Giancarlo Di Gennaro e appuntato Patrizio Pilloni, i quali, mi dissero con tono molto autoritario di seguirli perchè il maresciallo dei Carabinieri Antonio Cappellu voleva interrogarmi.
Insomma, il capo di imputazione a firma del pm Giangiacomo Pilia diceva che venivo denunciato in quanto “...non ottemperavo ad un'ordine eseguito dai predetti marescialli su disposizione del maresciallo Antonio Cappellu Comandante interinale del reparto su indicato ai fini degli accertamenti della lite condominiale...”.
Pazzesco.
Questo è solo un esempio di tutta la grandissima mole di attività del pm Giangiacomo Pilia in favore dell'amico Antonio Cappellu e controparte annessa contro gli Indoni.

Leggi tutto l'articolo