L'evento dell'Io e il 26

Nereo Villa - Numerologia della Triarticolazione Sociale - 5° capitolo
L'EVENTO DELL'IO E IL 26
 
Anticamente la parola "Io" non faceva parte del vocabolario umano. Prima della sua comparsa l'uomo indicava se stesso in altro modo.
L'uso della parola "io" incomincia per l'uomo circa nell'anno zero. Prima di quel momento, era attribuzione di divinità e solo pochi iniziati erano in grado di usarla indicando se stessi. L'uomo comune, dovendo parlare di sé, indicava se stesso in terza persona, press'a poco come fanno i bambini, quando, prima del terzo anno circa di età, accennano a se stessi solo attraverso il loro stesso nome personale.
Per questo motivo l'umanità antica sembra esprimersi in modi che oggi possono essere considerati "poetici".
Ma non si tratta di stili poetici.
Qui è rivelata la difficoltà dell'"Io", che già dai tempi precedenti a quelli di Abramo, facendosi strada nell'interiorità umana veniva finalmente nel mondo per dire : " Prima che Abramo fosse, Io sono".
Un evento mi...

Leggi tutto l'articolo