L'impero latino

MARZO-AGOSTO 36 L'Impero Latino 20 marzo 1936 (23.30) Oggi grandi movimenti di truppe..
  In gran segreto hanno appena finito di imbarcarsi da Genova 9 divisioni coadiuvate da un centro di comando capitanate dal FeldMaresciallo Italo Balbo.
L'imbarco è avvenuto nel più rigoroso silenzio per non allertare le spie presenti nei nostri confini il cui numero, benchè diminuito negli ultimi mesi grazie all' opera di una speciale sezione dell' OVRA, si mantiene comunque alto..
Gli ordini per la destinazione, consegnati personalmente dal Duce nelle mani dell' ammiraglio Thaon de Revel e del grande transvolatore, sono da aprirsi solo una volta in mare aperto..
22 maggio 1936 Stralcio del discorso che Mussolini ha oggi tenuto di fronte ad una folla oceanica...
"...
l'Italia può giustamente festeggiare perchè ha finalmente ottenuto il suo impero,ma, come nell'antica Roma è tempo forse di tornare alla vita di prima e all' aratro? Io, Italiani, vi dico di no...
quando altri fratelli latini accumunati dalla sacra discendenza da Roma sono piegati dall' oppressione comunista...
Vi informo che oggi, una dichiarazione di guerra è stata consegnata al cosiddetto "governo" spagnolo ( in sottofondo DUCE DUCE DUCE) e le nostre truppe sono già pronte a liberare il popolo iberico dal perfido tallone dell'oppressore rosso..." Nessuno sembra crederci ma ancora una volta ci ha stupiti tutti...
vedremo cosa faranno nelle prossime settimane le potenze plutocratiche che, per ora, sembrano aver abbandonato al suo destino la spagna..
OPERAZIONE SCIPIONE (I PARTE) Lo sbarco avviene a Valencia, preferita alla più vicina Tarragona, oltre che perchè trovata sguarnita, per la sua maggiore centralità, che permetterà di espandere il fronte giocando sulla maggior quantità di truppe schierabili dall' Italia Lo sbarco non sembra particolarmente problematico, anche grazie ad alcuni partigiani dell'esercito spagnolo, che, già informati prima dell'attacco, hanno provveduto a mettere fuori combatiimento le poche truppe presenti in città..
Sorprese dall' improvviso sbarco le truppe spagnole arretrano e, rinforzate anche da un'altro sbarco, questa volta a Murcia, le nostre truppe riescono ad avanzare  verso Sud ( dove si distinguono le tre compagnie di cavalieri che, sfruttando la loro velocità occupano molto velocemente la zona di Granada, arrivando fino in Andalusia) verso Nord ( dove Balbo guida un coraggioso gruppo di Italiani verso Barcellona) e verso Est ( dove appena 3 divisioni, comandate da un giovane di nome Messi recentemente promosso al grado [...]

Leggi tutto l'articolo