L'importanza di una consapevolezza consumeristica

Caro Lettore, nonostante ormai numerose persone si rivolgano allo sportello parabitano di M.D.C., per trovare soluzione ai problemi quotidiani che si possono riscontrare per utenze di luce,gas, telefono ecc..., spesso mi trovo a notare che una cultura consumeristica non è ancora avvertita e soprattutto capita, da moltissima parte della popolazione.
Di certo una mancanza di consapevolezza del cittadino in quanto "consumatore" e "fruitore" di diritti, è dovuta alla poca informazione di noi addetti ai lavori preposti a questo importante ruolo.
Il  consumo d' informazione passivo recepito dall' utente tramite l' apparecchio televisivo, non facilita però l' informazione e il messaggio di tutela consumeristica.
Per questo motivo, anche se si banalizza il messaggio, alla domanda di cos' è una tutela consumeristica  vengo capito solo facendo l' esempio di "Mi manda Raitre".
Questo fenomeno è figlio dei tempi moderni, dove tutto deve passare dalla TV per poter esistere? Probabilmente!!! Dopo questa riflessione ripropongo l' articolo che , gentilmente venne pubblicato da Nuovalba nel dicembre scorso, dove cercai in qualche modo di spiegare alcune peculiarità e aspetti assolutamenti rilevanti della tutela del consumatore e della sua importanza in questo terzo millennio.
"La democrazia è tale solo se ogni cittadino si sente tutelato dalla legge contro i poteri forti!" MDC Parabita Alessandro SeclìArticolo su Nuovalba- dicembre 2009 L’ importante ruolo delle Associazioni dei Consumatori nel periodo di crisi economica.
Era il 15 marzo 1962 quando l'allora Presidente americano J.F.
Kennedy proclamò dinanzi al Congresso i quattro diritti fondamentali dei consumatori, vale a dire il diritto alla sicurezza dei prodotti, alla completa informazione, ad una libera scelta, ad essere ascoltati.
Il presidente Kennedy dichiaro' inoltre 47 anni fa che i "consumatori rappresentano il gruppo economico più importante, influenzando ed essendo influenzati da quasi tutte le decisioni prese in campo economico, sia a livello pubblico che privato.
Eppure spesso non possono far udire la loro voce…".
A distanza di 47 anni tale principio fondamentale dell'economia non è ancora stato ben assimilato dalla vecchia Europa ed in particolare dalla nostra Italia.
"Consumerismo" è il termine coniato per definire quella specifica categoria di analisi che studia il fenomeno sorto con lo sviluppo della produzione di massa e con l'espansione dei consumi, più genericamente,però, il termine è  associato a una difesa del consumatore dallo strapotere [...]

Leggi tutto l'articolo