L'incendio

In quell’inverno arrivò una missiva a Regina con la quale una lontana parente chiedeva ospitalità  per  un giovane garzone proveniente da un terra lontana.
Regina sapeva che il garzone era un ragazzo goffo e impacciato.
Decise d’ospitarlo, ugualmente, seppur con le sue dovute precauzioni.
Era attenta e accorta affinché lui non arrecasse danni alle vecchie stanze del Castello.
Si guardava bene dal fargli toccare i vecchi ricordi di famiglia e vigilava sui suoi spostamenti.
Il duca Arduardo la ridicolizzava per la mancanza di fiducia nel garzone e la spronava a fidarsi.
Un bel giorno, pensando allo scherno del Duca, decise di provare a fidarsi, offri’ la gestione dell’unica intera stalla all’impacciato garzone.
Costui si dichiarò capace e competente.  Non si sa come ma dopo solo due notti, il fuoco divorava la stalla e il fumo soffocava la corte.
Cenere e ingenti danni erano stati procurati.
Era un semplice garzone impacciato, goffo, senza lavoro e denaro per aiutare a riparare il danno ...

Leggi tutto l'articolo