L'intelligence americana a due teste

SECONDA PUNTATAChe la CIA non sia mai stata immune dalla politica lo dimostrano, nel loro piccolo, anche le vicende italiane.
La storia del nostro Paese tra il 1970 e il 1990, segna, dal punto di vista dell’ingerenza americana e del Patto Atlantico negli affari di casa nostra, un limite che si raggiungerà solo con l’innesco della “guerra di Libia”, cioè la definitiva e umiliante sconfessione della politica berlusconiana (accettata con riluttanza dagli americani dopo Tangentopoli!), voluta dall’amministrazione Obama, dopo che la "sua" CIA aveva, di fatto, contribuito a sollevare “le primavere arabe” contro i regimi autoritari che fino a quel momento avevano mantenuto l’equilibrio medio-orientale: e il regime di Gheddafi, non solo ne rappresentava l’esempio più concreto, ma anche quello più strategicamente influente sullo scacchiere mediterraneo, nel caso l’Italia ne fosse diventata la garante come nelle idee del Governo italiano! Qui ci limitiamo a sottolineare, come fosse proprio il ...

Leggi tutto l'articolo