L'irriducibile cultore della bolla immobiliare

"Se il mercato avesse fatto il suo corso i prezzi delle case negli ultimi due anni avrebbero dovuto crollare": ecco una delle inappellabili sentenze emesse dal prof.
Ezio Bruna, uno degli ultimi irriducibili cultori della bolla immobiliare, in una intervista rilasciata alla redazione di idealista.it, il portale immobiliare che, come è già stato notato, pubblica spesso notizie e commenti non appropriati.
Ma torniamo all'intervista del Prof.
ed alla sua lapidaria affermazione: il mercato non ha fatto il "suo" corso; dove non si capisce se "suo" sta per suo proprio, cioè del mercato o suo come vorrebbe il Prof.
Bruna; perchè se si fanno previsioni si può usare un "mio, tuo, suo" in senso di responsabilità soggettiva, ma se si analizza il corso del mercato "negli ultimi due anni" è necessariamente oggettivo, e dunque si può solo affermare che negli ultimi due anni i prezzi non sono crollati.
Ma il Prof.
Bruna non disarma e trova anche il killer del corso del mercato: "c'è una credenza popolare che dice che le case non perdono mai valore" e così apprendiamo tutti che una nota credenza popolare (peraltro sostenuta da questo blog) è in grado di impedire al mercato di fare il suo corso: prendano nota i governanti del mondo alle prese con la ricerca di strumenti atti a regolare il mercato per sostenere lo sviluppo; non sarebbe più adeguato affermare che i prezzi delle case negli ultimi due anni non sono crollati perchè i soggetti del mercato immobiliari (proprietari ed acquirenti) sono alcuni milioni di cittadini e perciò i prezzi riflettono un dato reale e non sono influenzabili da fattori esterni? E' nel prosieguo che si capisce perchè l'evidenza dei fatti deve essere smentita.  Per coerenza di tesi il Prof.
Bruna sostiene che i prezzi crolleranno nei prossimi quattro anni e consiglia gli investitori di "restare liquido" fino al 2014, cioè lasciare i soldi in banca, ed acquistare solo tra quattro anni; non è che questo consiglio di lasciare gestire i propri risparmi alle banche ha una relazione con il fatto che il suddetto prof.
è past president della commissione real estate dell’associazione italiana private banking (aipb)?  In conclusione il portale idealista.it ha pubblicato una lunga intervista ad un consulente delle banche di gestione del risparmio privato, per ravvivare nei propri lettori la paura della bolla immobilare e indurli a consegnare i propri risparmi alle banche.
Complimenti!.

Leggi tutto l'articolo