L'omicidio di Elisa Claps

di Roberto Loizzo Ci sono storie, in Italia, segnate da depistaggi, insabbiamenti, coperture.
Storie parallele alle grandi storie nere di questo Paese: piazza Fontana, Ustica, stazione di Bologna, cronache che possono considerarsi capitolo della storia della nostra penisola.
Accanto ad essi c’è la storia di una piccola ragazza che abitava a Potenza: si chiamava Elisa Claps.
La sua storia inizia con il suo assassino avvenuto, come si è accertato soltanto molti anni dopo, il 12 settembre 1993.
Elisa Claps aveva 16 anni quando scomparve.
Uscì di casa, quella mattina del 12 settembre, per andare a messa nella Chiesa della Santissima Trinità confidando, alla sua amica Eliana De Cellis, che aveva un appuntamento con una persona, Danilo Restivo, uno che ogni tanto prendeva di mira qualche ragazza.
Il 13 settembre un poliziotto, incaricato delle indagini, parlò con le amiche di Elisa, e scrisse in un rapporto che c’era la possibilità che la Claps fosse stata rapita da Restivo.
La stessa Eliana, confidò agli inquirenti che aveva paura che quanto fosse successo ad Elisa sarebbe potuto succedere anche a lei.
Continua a leggere su: http://www.corrieredellepuglie.com/index.php/2012/05/lomicidio-di-elisa-claps/

Leggi tutto l'articolo