L'ultima cena..

In prossimità della visita del Santo Padre con tutto il seguito, il Frate priore di un convento decide di restaurare e fare un affresco ad una parete inservibile nel suo convento.
Chiama un muratore, il quale cura la parete nei minimi particolari rendendola bella e presentabile.
Poi chiama un noto pittore per far fare il dipinto su di essa.
Nella decisione dell'affresco il pittore consiglia un dipinto raffigurante l'ultima cena.
  Il Frate priore acconsente raccomandando di finire nei termini previsti per la visita del Santo Padre.
Il pittore prepara la parete con cura e la circoscrive con dei teli in modo tale poi da rendere omaggio alla visita del Santo Padre, quindi comincia a dipingere la parete.
Finita qualche minuto prima dell'evento, il pittore si rivolge al Frate, assicurandogli che rimarrà meravigliato dell'affresco.
Arriva il Santo Padre con Cardinali, Vescovi, Suore e tutto il seguito, e il Frate rende omaggio al Santo Padre tirando giù i teli. Si legge sui volti dei presenti lo stupore e un mormorio di voci indignate, il Santo padre alza gli occhi e vede nell'affresco uno strazio osceno, tutti ubriachi e in condizioni poco raccomandabili, oltre il limite della decenza.
Sbalordito di ciò, il Frate fa chiamare immediatamente il responsabile e chiede delucidazioni in merito a quell'orrendo e oltraggioso affresco.
Alla domanda il pittore risponde: "E CHE NE SO...IO LI HO LASCIATI TUTTI CHE CENAVANO".
Ah..ah..ah..
buon   a tutti Voi..

Leggi tutto l'articolo