L'uomo che punge le zanzare - Seterie e ghepardi prepensionati

Dormi, dormi mio dolce angelo, che stai qui, di fronte a me, tu che pronunci appena un sorriso, nel silenzioso vivere dei tuoi sogni.
Dormi, dormi pure fin che vuoi, il giorno non lo far� spuntare, lo far� nascere solo quando tu vorrai, ma ci sono ancora tanti sogni che tu devi fare.
Dormi, la notte � piu' tranquilla che mai, il tuo letto � morbido, attorno a te c'� solo silenzio, la tua stanza � buia, � buia come la notte l� fuori.
In fondo la tua stanza � un piccolo cielo, vorrei accenderti un p� di stelle, ma le stelle piu' belle sarebbero i tuoi occhi, se tu li aprissi.
Dormi, dormi, al tuo sonno ci penso io, non ci sar� nessun rumore che verr� a disturbarti, non ci sar� alcuna luce che verr� ad abbagliarti, nessuna sveglia oser� destarti.
Vorrei fare tante cose ora, vorrei prenderti in braccio e portarti via, portarti lontano, in quel mondo che poco a poco ho costruito per te, ma non ti posso toccare, solo la mia anima � l�, vicino a te, ecco perch� non posso, anche se vorrei, car...

Leggi tutto l'articolo