L'urlo della rete (Inno Movimento 5 Stelle/M5S) testo-video

L'urlo della rete, è la canzone inno del Movimento 5 Stelle (M5S) che è stato pubblicato sul sito ufficiale di Beppe Grillo.La musica e le parole di questa canzone, sono di Raffaello Di Pietro e Leonardo Metalli.Ecco com'è nato il brano, ci racconta tutto Leonardo Metalli: "La Rete che URLA la sua verità ai cittadini.
La taranta del Web, per la prima volta una canzone dedicata a tutti quelli che parlano a loro nome, perché in rete Uno vale Uno.
“Ci siamo incontrati alla posta di Viale Mazzini con Raffaello - dovevamo pagare varie multe e conti correnti e lamentandoci della situazione del nostro Paese abbiamo deciso di scrivere l’inno della Rete e degli italiani".Dopo l'inno del Partito Democratico (canzone di Gianna Nannini), ascoltiamo questo pezzo condito dal videoclip.Video L'urlo della rete - Inno Movimento 5 StelleTesto L'urlo della reteForza, Coraggio brava gente, da sempre indifferentesolo chi merita batte il prepotente,vita che corre sulla Rete, chi ha cuore e chi ci crede, riforma le città’, vita rubata dai cialtroni vestiti da buffoni che mangiano milioniUno che Vale Uno niente e nessuno la Rete fermerà,figlio di brava gente, mettiti in gioco e la vitacambierà, vive la nostra bella storia poeticamemoria di questa grande Italia; Santi, Navigatori, eroi del mondo e della libertàBasta, ne padri ne padroni, ridateci i soldoni, che noi sappiamo cosa farne, basta ne padri ne padrini ma solo cittadini che vogliono cambiare, questo è il momento di rischiare, non si può più aspettare, siam tutti in alto mareUno che Vale Uno niente e nessuno la Rete fermerà,tanti noi siamo in tanti se stiamo uniti la vitacambierà, Fratelli uccisi dal lavoro ma senza più decororinchiusi nelle case, Santi, Navigatori, eroi del mondo e della libertàBasta amici cittadini, salviamoci i bambini,che siamo tutti nei casini, ora dobbiamo valutarese sbaglia più il giornale oppure la Tv,pensa a quei nonni poveretti frugar nei cassonettisenza più dignità, altri coi soldi nel cassetto oppure sotto al lettonulla da dichiarareUno che Vale Uno niente e nessuno la Rete fermerà,tanti noi siamo in tanti se stiamo uniti la vitacambierà…Uomini uccisi dal lavoro ma senza più decororinchiusi nelle case, Santi, Navigatori, eroi del mondo e della libertàUno che Vale Uno niente e nessuno ormai ci fermerà,tanti noi siamo in tanti se stiamo uniti la vitacambierà, questa canzone non è niente, la nostra brava gente sa già che cosa fare, forza grandi italiani su con le mani diamoci da fare.

Leggi tutto l'articolo