L’ORDINE contro De Bortoli per i “pizzini” a Dell’Utri

L’ORDINE contro De Bortoli per i “pizzini” a Dell’Utri Sabrina Battista L’ORDINE contro De Bortoli per i “pizzini” a Dell’Utri La pagina a pagamento pubblicata dal Corriere della Sera a sostegno di Marcello Dell’Utri potrebbe sconfinare nell’apologia di reato.
A sostenerlo è il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia (e giornalista del quotidiano di via Solferino), Gabriele Dossena, che in una lettera promette provvedimenti disciplinari per il direttore Ferruccio de Bortoli: “È mia intenzione portare l’accaduto al prossimo Consiglio dell’Ordine perché intervenga il consiglio di disciplina.
Valuteremo in che misura la libertà di manifestazione del pensiero cada in apologia di reato o modalità imbarazzanti per il prestigio e l’etica del giornale che dirigi”.
La pagina incriminata, voluta dalla moglie dell’ex senatore ora in carcere, è stata pubblicata sul giornale di giovedì e conteneva decine di messaggi di affetto per Dell’Utri scritti dagli amici e confezionati in forma di pizzini.
Sulla questione era già intervenuta la rappresentanza sindacale del Corriere della Sera, che ha definito “grave” la scelta di “accettare passivamente un’intera pagina pubblicitaria”, senza che peraltro la direzione abbia provato a prendere le distanze.
Per il cdr, si tratta di un “imbarazzante precedente.
Da oggi ci chiediamo come il Corriere potrà rifiutare analoghe richieste degli amici di altri condannati per mafia”.
In settimana probabilmente De Bortoli risponderà al comitato di redazione.
Fonte: Il Fatto Quotidiano (29/6/14)

Leggi tutto l'articolo