L’autunno dei diritti del lavoro

L’autunno dei diritti del lavoro
 
Dopo l'approvazione definitiva in Consiglio dei Ministri, il 31 luglio scorso, si è concluso l'iter per l'emanazione dello schema di decreto attuativo della legge 30/03.
Si realizza così quel self-service della precarietà che punta a rendere il lavoratore sempre più solo e debole nel mercato del lavoro. Ma soprattutto si dà sostanza a quell'operazione - prima di tutto sociale - delineata nel Libro Bianco di Maroni che trova conferma non solo nella riduzione delle tutele per trovare e per vivere serenamente il lavoro, ma nella più ampia strategia di attacco alla dimensione dei diritti e della cittadinanza.
Vi sono una sistematicità e una coerenza di fondo che legano il decreto attuativo della legge 30, la Bossi-Fini, la riforma Moratti, la proposta di riforma fiscale e previdenziale, l'attacco al welfare nazionale e locale. È l'egoismo sociale, è un'idea di competizione povera e al contempo selvaggia, è il principio del superamento di ogni corpo democr...

Leggi tutto l'articolo