L’imbroglio giallo-verde del referendum

Per ipotizzare di aumentare la partecipazione, obiettivo condivisibile, il governo sottopone la democrazia rappresentativa a possibili conflitti istituzionali.
Come dimostra il testo del dispositivo con cui la Consulta ha reso nota l’inammissibilità del ricorso presentato dal gruppo del PD circa il comportamento della maggioranza nella mancata discussione parlamentare del testo di Legge di Bilancio recentemente approvato, si può impedire l’esercizio del potere legislativo del Parlamento, rispetto a quello propositivo del Governo, anche quando poi, contemporaneamente in commissione su altro provvedimento, si difende la necessità di aumentare la partecipazione popolare al potere legislativo.
Noi siamo contrari a far prevalere l’esercizio legislativo diretto su quello delegato al Parlamento. Siamo favorevoli all’allargamento della partecipazione diretta popolare, ma non al prezzo di superare il potere delegato al Parlamento.
Per la prima volta, con la modifica dell’Art. 71 della Costit...

Leggi tutto l'articolo