L’omosessualità: un’analisi biblica

L’omosessualità: un’analisi biblica L’omosessualità: un’analisi biblica Siamo oggi sottoposti, in ogni ambiente, ad un intenso battage teso a far si che la nostra società e chiese accettino ed approvino l’omosessualità come uno stile di vita legittimo e rispettabile, una “preferenza” sessuale al pari di ogni altra.
Coloro che, su base morale e religiosa, vi si oppongono, vengono di solito dipinti come ignoranti bigotti e razzisti, degli “omofobi”, portatori di pregiudizi superati, che solo dovrebbero “finalmente tacere”.
E’ vero che alcuni odiano gli omosessuali e che persino ne organizzano “pestaggi” sistematici.
Un tale comportamento non è in alcun modo giustificabile.
Il vero cristiano non deve odiare l’omosessuale, ma deve trattarlo secondo i comandamenti di Dio (1 Giovanni 5:3): non è ammissibile la calunnia, la derisione, la violenza e l’odio né verso l’omosessuale, né verso chiunque altro.
I cristiani dovrebbero proteggere gli omosessuali da attacchi personali.
Sebbene il cristiano abbia il dovere di trattare l’omosessuale come ogni altra persona, secondo i comandamenti di Dio, egli deve amarlo essendo con lui biblicamente onesto.
L’atteggiamento di una persona verso l’omosessualità non deve essere modellato dalla cultura contemporanea, mutevole e pagana, ma secondo l’ispirata ed infallibile rivelazione di Dio, la Bibbia.
La Bibbia offre speranza all’omosessuale perché gli dice la verità e gli proclama il perdono dei peccati attraverso Gesù Cristo.
L’istituzione creazionale del matrimonio Per comprendere rettamente la sessualità umana bisogna risalire ai primordi dell’umanità.
Nel principio Dio crea un uomo (Adamo) ed una donna (Eva).
Dio non crea due uomini (ad es.
Adamo e Gianfilippo), o due donne (ad es.
Eva e Yvette) .
Iddio prima crea Adamo dalla polvere della terra, poi crea Eva dalla costola di Adamo.
Eva viene creata per essere la moglie di Adamo.
La Bibbia afferma che erano nudi e che non ne avevano vergogna.
La creazione di un uomo e di una donna per essere marito e moglie è il modello o paradigma di base di ogni rapporto sessuale approvato da Dio, normale, morale e benedetto.
“L’unione matrimoniale è istituita da Dio stesso, e il suo sacro recinto non deve essere contaminato dall’intrusione di una terza parte, dell’uno o dell’altro sesso” (F.
F.
Bruce).
Gesù Cristo cita Genesi 2:24 come chiara prova che la poligamia (avere più di una moglie) e il divorzio (eccetto che nel caso di adulterio) sono condannati da Dio (Matteo 19:5) [...]

Leggi tutto l'articolo