L’ultimo ricatto: ecco la mossa di Salvini per prendersi il governo (o tornare al voto).

L’ultimo ricatto: ecco la mossa di Salvini per prendersi il governo (o tornare al voto).Da qui al 15 luglio, termine ultimo per andare al voto a settembre, il ministro dell’Interno alzerà la posta. O i Cinque Stelle gli concedono quello che vuole, o fa cadere il governo. Il caso Spadafora è solo l’inizio. Ne vedremo delle belle.

Preparatevi ai fuochi d’artificio da qui al 15 luglio, data ultima per una crisi di governo che consenta il voto a settembre. Preparatevi, perché Matteo Salvini sa benissimo che da qui ad allora ogni incidente è buono per chiedere l’impossibile pur di evitare le urne. E perché i Cinque Stelle sanno benissimo che passata quella data possono tirare un sospiro di sollievo, e che, passata quella data, la Lega avrà un’arma negoziale in meno, soprattutto se la legge di bilancio porterà con se un po’ di lacrime e di sangue per gli italiani.
 
il caso Spadafora è, in questo senso, paradigmatico. Succede che il sottosegretario Cinque Stelle Vincenzo Spadafora crit...

Leggi tutto l'articolo