LA CANAPA. IL NUOVO POSSIBILE MATERIALE PER LA COSTRUZIONE DELLA CASA DEL FUTURO

Dalle fondamenta agli infissi: i primi passi di quella che potrebbe essere una rivoluzione funzionale.
Argilla, cemento, legno, acciaio, paglia, tutti materiali utilizzati nella costruzione delle abitazioni, ma che cosa c’è nel futuro? La canapa.Se per anni è stata messa al bando per contrastare il problema della droga, negli ultimi tempi si assiste alla riscoperta di una fibra di antica tradizione con la quale si può praticamente produrre di tutto nei più disparati settori: da quello automobilistico al farmaceutico, alimentare, tessile, fino a quello dell’edilizia e dell’arredamento.
LA CANAPA UNA RISORSA PULITA PER UN'ECONOMIA SOSTENIBILE Si parla sempre molto di ambiente, ma se ne parla anche molto a sproposito.
Infatti, nonostante i tanti dibattiti, quando c'è una possibilità di sostituire il petrolio con materie prime naturali e rinnovabili, nessuno se ne accorge (così come nessuno si è mai accorto del più grande sperpero di risorse energetiche della Storia, quello del metano).
Certo, è molto difficile oggi immaginare un'economia sviluppata che possa fare a meno del petrolio, dei milioni di alberi abbattuti ogni anno per fare la carta, e dei prodotti dell'industria chimica.
Ed è altrettanto difficile immaginare una società affluente senza le montagne di rifiuti, l'inquinamento e gli altri danni all'ambiente a cui siamo da tempo abituati.
Eppure una concreta e fondata speranza esiste: questa speranza ci viene dalla canapa.
Con le materie prime della canapa si possono produrre, in modo pulito ed economicamente conveniente, tessuti, carta, plastiche, vernici, combustibili, materiali per l'edilizia ed anche un olio alimentare di altissime qualità.
La canapa è stata, tra le specie coltivate, una delle poche conosciute fin dall'antichità sia in Oriente che in Occidente.
In Cina essa era usata fin dalla preistoria per fabbricare corde e tessuti, e più di 2000 anni fa è servita per fabbricare il primo foglio di carta.
Nel Mediterraneo già i Fenici usavano vele di canapa per le loro imbarcazioni.
E nella Pianura Padana la canapa è stata coltivata per la fibra tessile fin dall'epoca romana.
Ma quali sono le materie prime della canapa, e quali prodotti se ne possono ottenere? MATERIE PRIME - La canapa è una pianta dal fusto alto e sottile, con la parte sommitale ricoperta di foglie, e può superare i 4 metri d'altezza.
La parte fibrosa del fusto si chiama "tiglio" e la parte legnosa "canapolo".
La canapa può essere coltivata per due scopi principali: per la fibra tessile o per i semi.
Se si coltiva la [...]

Leggi tutto l'articolo