LA CORALE “GIUSEPPE BELLISTRÌ” DELL’“UNITRE AUGUSTA” ALLIETA LA FESTA DI SANTA BARBARA

AUGUSTA - Ogni 4 dicembre gli uomini e le donne della Marina Militare e quanti operano per essa, nel ritrovarsi con le comuni origini e valori, festeggiano solennemente la loro Santa Patrona.
È tradizione, infatti, a bordo delle navi e presso tutti gli enti ed i comandi della Marina Militare commemorare la ricorrenza di Santa Barbara, Patrona delle Forze Armate.
Ad Augusta, quest’anno, eccezionalmente  la festa si è svolta  il 1° dicembre alle ore 10.30, (anziché il 4 dicembre)  presso il centro sportivo Armando Stampanone di MARISICILIA.
Il tutto è stato allestito nella palestra al coperto per motivi climatici, mentre militari, ufficiali, comandanti, ospiti ed amici della Marina Militare, affollavano il salone.
Una corale variegata di bambini, ragazzi e adulti,  diretti dalla maestra Sig.ra Ivana Pitari, hanno accolto col canto l’assemblea, per dare inizio alla festa in onore di S.
Barbara, protettrice delle Forze Armate.
La celebrazione Eucaristica officiata dal Vicario Generale della Diocesi di Siracusa, Mons.
Nuccio Amenta, accompagnato dal cappellano militare, Don Nicola Minervini, è stata preceduta dal canto dell’Inno  nazionale  “Fratelli d’Italia”eseguito dalla corale “Giuseppe Bellistrì “ Unitre Augusta.
In questo clima di fratellanza patriottica, ha avuto inizio la S.
Messa, la cui Liturgia è stata animata dalla corale spontanea delle mamme delle Scuole del plesso Cappuccini.
In questa cornice perfetta, come è d’uso presso la nostra Marina Militare, erano presenti il Comandante Marittimo Sicilia Contrammiraglio Nicola de Felice, e Signora Maria Pia, il Sindaco Avv.
M.
Concetta Di Pietro, il Prefetto e il Questore di Siracusa, autorità militari e civili,  vari ospiti di club service, Croce Rossa, Marinai d’Italia, Unitre Augusta, personale in servizio e in congedo, e tanti altri rappresentanti di realtà locali.
In questo momento celebrativo, la scenografia di festa, ha avuto un valore aggiunto, per la presenza di bambini e giovani, alunni delle varie scuole della nostra città, che hanno potuto vivere un’occasione di unione sociale, religiosa, militare e cittadina.
Al termine della funzione religiosa, con il saluto, il Comandante Contrammiraglio De Felice, ha ringraziato e suggellato un appuntamento di festa in cui la città si incontra con la realtà militare che da anni opera  tra noi.
E come in ogni festa “tutti i salmi finiscono in gloria”, ha fatto seguito la conviviale presso il  salone- mensa con ricco buffet per le autorità, i militari, gli amici, il personale [...]

Leggi tutto l'articolo