LA CRISI SULLA SCHIENA DEL CAMMELLO

La maggior parte dei competenti concorda su un punto: la situazione attuale dell'Europa non è sostenibile.
Anche ad essere ottimisti per quanto riguarda, poniamo, l'Olanda, non c'è nessun modo di esserlo per un Paese come l'Italia, i cui parametri sono da troppo tempo eccezionalmente negativi e senza alcuna prospettiva di immediato miglioramento.
La Grecia, a quanto dicono, è già tecnicamente fallita.
Per dirne una, ha rinunciato, già qualche anno fa, a pagare l'intero dei suoi titoli di Stato, rimborsando soltanto il 30%.
Sarà anche vero che, dopo tutto, è un piccolo Paese e lo si può aiutare, ma quell'operazione significa che tutti i titoli di Stato possono non essere rimborsati o esserlo solo in parte; e l'Italia ha un tale peso che, se cadesse, potrebbe forse trascinare con sé l'intera Unione Europea.
E infatti l'Unione ci abbaia contro un giorno sì e l'altro pure, ma poi rinuncia a colpirci: perché la nostra crisi il continente non può permettersela.
È forti di questo che non rimb...

Leggi tutto l'articolo