LA MALATTIA DI CRHON E LA RETTOCOLITE ULCEROSA

In entrambi i casi, si tratta di mlattie caratterizzate da fenomeni infiammatori cronici dell'apparato digerente.
Hanno alcune differenze su cui, magari, entrerò dopo.
La loro caratteristica, però, è che colpisono cronicamente  la persona; e nel dire cronica si vuole significare una durata media di almeno sei mesi.
Quindi, tra  la diagnosi e la classificazione deve passare  un perido abbastanza lungo.
La motivazione ndamentale è che possono esordire come malattie infettive; quindi, è chiaro che per dare a una persona una diagnosi  così complessa, che poi gli modificherà la storia naturale; gli esami che deve fare, appunto, gli può modificare la vita, si deve  essere sicuri che non ci siano altri motivazioni.
Una volta che nel paziente sono state escluse altre cause; soprattutto quelle infettive, si comincia a parlare di malattia infiammatoria cronica intestinale, oppure usare l'acronimo  "MICI"(.
Le  malattia infiammatoria cronica intestinale ).
Le più conosciute  sono due: Morbo di Crohn e la  rettocolite ulcerosa, che hanno caratteristiche molto particolari che le differenziano.
Va detto che, ve ne sono altre, e che hanno caratteristiche un po' a metà tra l'una e l'altra e che vengono chiamate malattie infiammatorie croniche indifferenziate.
Quindi, tre grandi categorie; colite ulcerosa, malattia di Crohn e le forme poco differenziate che non appartengono nè all'una nè all'altra.
C'è da dire che, spesso queste  malattie vengono messe insieme, perchè generalmente il modo di fare diagnosi  e la terapia sono simili.
La grande differenza tra rettolite ulcerosa e  la malattia di Crohn sta nella parte dell'intestino che viene colpito.
In particolare la colite ulcerosa colpiscve il colon che è l'ultimo tratto dell'intestino; questo grande organo che serve soprattutto da serbatoio finale, dove arrivano tutte le scorie terminali del processo di assorbimento, e che vengono metabilizzati dai batteri  intestinali.
Qunado questo colon cominci a infiamamrsi cronicamente si può realizzare  questa malattia "Colite ulcerosa ", caratterizzata dalle ulcere, da erosioni; da una serie di erosioni sulle pareti.
La malattia comincia dalla parte terminale; cioè dall'ano, per estendersi verso l'lto, e può colpire anche tutto il colon.
Quindi, sulla base della parte anatomica colpita, possiamo parlare di Proctite ulcerosa; la parte terminale, di Proctosigmoidite; qualora è il retto  e il sigma ad essere colpito, o se no, colite ulcerosa vera e propria quando è colpito il colon.
La forma grave è quella che [...]

Leggi tutto l'articolo