LA MORTE NERA

La Morte nera è il nuovo soprannome dell'AIDS.
Finora già 11 milioni d'africani hanno smesso di vivere e finché non si troverà una soluzione colpirà ancora senza smettere mai.
La mancanza di soldi in Africa, e quindi di medici, ospedali, medicine e tutto l'occorrente per medicare, a permesso alla malattia di colpirla fortemente.
Oltre a ciò le multinazionali farmaceutiche vendono le cure ad un prezzo troppo alto per comperarle ai malati.
Le previsioni per gli anni futuri prevedono che il continente perderà ¼ della popolazione, in maggioranza la società intermedia tra bambini e anziani.
Inoltre la lunghezza della vita si accorcerà all'età di 41 anni.
Nella XIII conferenza internazionale riguardante l'AIDS, il giornalista accusa il nord di essere differente davanti alle vite che cesseranno di vivere, e accusa l'africa, perché pur essendo informata della terribile malattia, che avrebbe causato tante, troppe morti, ha continuato a copulare, moltiplicando così anche la malattia devastante.
L'articolo finisce, con un tocco di ironia, che ci permette di riflettere sulla frase "...di una nostra africa che ora è solo loro", poiché per diminuire le morti abbiamo fatto nulla, al contrario abbiamo lasciato che quel paese rimanesse solo loro, e con loro anche la grave malattia, la MORTE NERA!

Leggi tutto l'articolo