LA NOTA - Urgenti norme chiare regionali sui cambi di appalto

Cronaca 2010-08-27 03:07:33 LA NOTA - Urgenti norme chiare regionali sui cambi di appalto Le norme sui cambi di appalto devono essere considerate di vitale importanza per tutte le aziende che operano nel campo dei servizi.
E’ in questo settore che si verificano continui mutamenti dei rapporti tra imprese committenti e ditte esecutrici che inevitabilmente pone la necessità di garantire la continuità lavorativa alle maestranze che spesso da decenni lavorano in quel settore e che potrebbero ritrovarsi disoccupati involontari.
Già in più occasioni i sindacati hanno dovuto manifestare per ottenere il rispetto del lavoro e di chi lo esercita, non è accettabile che ormai sia difficile far rispettare anche una sentenza del Giudice del Lavoro come nel caso dei lavoratori reintegrati alla SATA gruppo FIAT, spesso le norme non sono chiare e lasciano ampia possibilità di interpretazione.
Nei settori terziario e servizi sono migliaia i lavoratori che con frequenza sono sottoposti a cambio di appalto e ad ogni cambio di azienda devono sperare nel rispetto delle norme o dei contratti.
Tale situazione non può ritenersi indefinibile, dietro i numeri ci sono uomini e donne che di lavoro vivono svolgendo con professionalità ogni giorno il proprio dovere.   Il settore della vigilanza privata è tra quelli maggiormente soggetto ai cambi di appalto come nel caso della vigilanza RAI del Molise dove a seguito di gara, la Aldo Tarricone Security s.r.l.
si è aggiudicata, a far data dal 01.09.2010, il servizio di vigilanza fissa ma a tutt’oggi, non ci sono certezze in merito alla continuità lavorativa per le guardie giurate che operano presso quell’appalto.
Nei fatti, sino al 31.08.2010 tale servizio era gestito dalla I.V.R.I.
s.p.a., la quale ha posto all’attenzione dei sindacati e delle istituzioni (come sempre avvenuto in casi similari), la necessità di provvedere anche alla ricollocazione del personale impegnato sull’appalto RAI.
Le organizzazioni sindacali, appresa la notizia, hanno chiesto un incontro congiunto sia alla Aldo Tarricone s.r.l.
che all’I.V.R.I.
per dar corso a quanto previsto dal CCNL art.
25-26-27 e dal CIP art.
9  in merito ai cambi di appalto.
Nel corso l’incontro tenutosi in data 27/07/2010 e volto alla definizione sul passaggio dei lavoratori dall’Istituto cessante a quello subentrante, la Aldo Tarricone Security s.r.l.  dichiarava per il tramite del suoi rappresentante Sig.
Antonio Albiniano, che non vi erano le condizioni per effettuare il cambio di appalto poiché mancavano ancora alcune [...]

Leggi tutto l'articolo